Bagheria: mostri, soldi e ironia

Bagheria: la città di Guttuso, di Tornatore ma soprattutto la città delle ville. Mica scema l'aristocrazia palermitana che, dalla metà del Seicento, rivaluta quelle terre da sempre di famiglia e comincia a costruire case di villeggiatura dove rifugiarsi dalle calde temperature e dalle non meno roventi sommosse della città. Che sia vero o meno che … Leggi tutto Bagheria: mostri, soldi e ironia

Gibellina: il Cretto di Burri tra passato e futuro

Gibellina, quella del terremoto del Belìce. Burri quello dei Sacchi. Il Cretto, quello famoso in tutto il mondo, per Gibellina e per Burri. 15 gennaio 1968, Gibellina viene rasa al suolo (ne ho scritto qui). Morirono più di un migliaio di persone nel terremoto del Belice. Poco dopo, in realtà in tempi record, venne ricostruita … Leggi tutto Gibellina: il Cretto di Burri tra passato e futuro

Orestiadi di Gibellina: in alto i calici per ricostruire

Orestiadi è festival, Orestiadi è vino. Orestiadi è un nome intrinsecamente legato a Gibellina, alla forza e all'impegno dell'uomo ma anche alla pazienza e all'accettazione dei tempi e dei modi della natura. Oreste uccide sua madre Clitemnestra per vendicare suo padre Agamennone, che a sua volta aveva ucciso la figlia Ifigenia. Una vendetta al cubo … Leggi tutto Orestiadi di Gibellina: in alto i calici per ricostruire

Nel tempo sospeso di Gibellina: attesa e silenzio

Gibellina è silenzio. Un insieme taciturno di enormi piazze e insoliti edifici, Gibellina nuova. Tutto qui però, anche la necessità di precisare “nuova”, sembra rievocare la vecchia. Non è passato molto da quel 15 gennaio 1968 in cui la terra tremò radendo al suolo la “vecchia” appunto, a una ventina di chilometri. Terremoto del Belìce, … Leggi tutto Nel tempo sospeso di Gibellina: attesa e silenzio

Palazzo Strozzi: Donatello è Donatello, uomo al centro

Donatello è Donatello. Donatello è Firenze ed è anche il Rinascimento, l’inizio almeno. Inevitabile un po’ di soggezione, un po' di prudente diffidenza nei confronti di chi sia così audace da avvicinarvisi a sfidarlo in una mostra. Ci vuol coraggio. Eppure la mostra a Palazzo Strozzi, annunciata a tamburo battente negli ultimi mesi come la … Leggi tutto Palazzo Strozzi: Donatello è Donatello, uomo al centro

Palazzo Valguarnera Gangi: un Gattopardo apparentemente assopito

C'era una volta un regista di nome Visconti che nel 1963 fece ballare un valzer a Claudia Cardinale e Burt Lancaster nel salone degli specchi. C'era stata, una volta, una coppia che nel XVIII secolo aveva deciso di rinnovare il palazzo di città sulla scia di Versailles. C'era una volta, stavolta la volta è oggi, … Leggi tutto Palazzo Valguarnera Gangi: un Gattopardo apparentemente assopito

Le Baccanti al Teatro greco di Siracusa, nel segno di Dioniso

Ci sono spettacoli terribili e altri terribilmente straordinari. Le Baccanti, che hanno aperto a luglio e chiuderanno stasera questa strana stagione del Teatro greco di Siracusa, appartengono senz’altro al secondo gruppo, quello che ti si attacca addosso a suon di fascino e inquietudine. Più di due ore e mezza di Euripide, di comiche battute e … Leggi tutto Le Baccanti al Teatro greco di Siracusa, nel segno di Dioniso

La Bettola a Ragusa Ibla: passaggio di tradizione

Passaggio di testimone ai fornelli della storica trattoria a Ibla. Una nuova sfida, in continuità col passato e con lo sguardo al futuro. Alcuni locali storici sono innegabilmente punti di riferimento per gli abitanti della città. Contenitori di ricordi, a volte assistono, immobili testimoni, ai cambiamenti del quartiere che abitano. A Ragusa Ibla, molto prima … Leggi tutto La Bettola a Ragusa Ibla: passaggio di tradizione

Villa Virginia scricchiola liberty da ogni foglia

Funghi adibiti a torrette, chiocciole sfruttate come scale, rami intrecciati a creare porte, colate di lava a far da gradini. La natura che si fa architettura e viceversa. È il liberty di Palermo, incantato e imperturbabile, discreto e attento, vivo e scricchiolante. È Villa Virginia. Palermo dai mille volti, veri verissimi, ma non dalle mille … Leggi tutto Villa Virginia scricchiola liberty da ogni foglia

Tiramisù, dagli esami di stato

Oggi gioca l’Italia e io, che sono l’anticalcio, ho preparato il tiramisù. Così, perché ero libera e forse anche per alleviare la delusione di quelli che mi hanno incautamente invitata a vedere la partita con loro. Noteranno la mancanza d’entusiasmo mentre gli Azzurri sgambettano sul campo o quando mi spiegheranno, come accade ogni volta, il … Leggi tutto Tiramisù, dagli esami di stato